Turismo in Puglia: partono gli “educational tour”

La chiesa di San Martino a Martina Franca (foto RasEt)
La chiesa di San Martino a Martina Franca (foto RasEt)

BARI- Dopo il successo delle due puntate di “Ulisse”, la popolare trasmissione di Alberto Angela, dedicate alla Puglia e frutto della collaborazione con l’Agenzia regionale Pugliapromozione, riprende la stagione degli educational tour, per scoprire le anime nascoste della Puglia e favorire così la destagionalizzazione del turismo.

Cominciano il 29 ottobre e sono rivolti a 70 operatori specializzati che in sette tappe (10 giornalisti per ogni tour), visiteranno e poi promuoveranno l’area dell’hub portuale brindisino, tra Adriatico e Ionio, per scoprirne la natura, la storia, la tradizione e il gusto.

Si tratta di un progetto sostenuto dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo attraverso i fondi Poin e sviluppato dalla Regione Puglia.

“La scelta del ministero di valorizzare l’area intorno all’hub aeroportuale brindisino – ha spiegato l’assessore allo Sviluppo economico e all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone – è stata resa più ampia dalla Regione Puglia includendo anche Taranto e la Valle d’Itria. Così riusciamo a valorizzare luoghi che hanno una veste nuova per ogni periodo dell’anno rendendo la Puglia attrattiva in tutte le stagioni”.

“Le due puntate di Ulisse – ha ricordato l’assessore Capone – hanno mostrato a tutta Italia il patrimonio paesaggistico e culturale della terra ‘baciata dal sole e dalla storia’. Fu l’Agenzia regionale per il turismo Pugliapromozione, poi ringraziata nei titoli di coda delle due puntate, a contattare la redazione di Ulisse già a novembre del 2014. La stessa Agenzia ha poi seguito passo passo le riprese, fornendo assistenza tecnica per tutti e due i mesi delle riprese. È stato un successo per l’immagine della Puglia che intendiamo replicare con i prossimi educational organizzati dall’assessorato”.

Si comincia dunque il 29 ottobre con il primo tour dedicato alla luce di Puglia come quella di Ostuni e degli Ori di Taranto per arrivare fino alle Grotte di Castellana.

I castelli del Salento saranno i protagonisti del secondo educational, in programma dal 30 ottobre al 2 novembre, per rievocare la storia che affonda le radici nell’Alto Medioevo e si sviluppa, attraverso le diverse dominazioni, fino al XVII secolo.

L’enogastronomia sarà di scena durante il terzo tour, che dal 4 all’8 novembre è dedicata al Primitivo e offre l’opportunità di conoscere i produttori, degustarne i vini, visitare le cantine.

Il quarto viaggio ha invece l’obiettivo di ricercare gli spazi dove rigenerare le energie, all’insegna di relax e benessere, partendo dalle masserie di Ostuni, per arrivare al borgo antico di Martina Franca e al paesaggio di Cisternino e approdare infine ai trulli di Alberobello.

Salento tra arte e cultura è il tema del quinto tour, che si terrà tra il 5 ed il 9 novembre. Un viaggio alla scoperta del patrimonio artistico di Lecce, Otranto e Galatina. Il sesto viaggio, dedicato alla creatività e alle start up, dall’8 al 13 novembre si propone di valorizzare un’immagine differente del territorio fatta di storie, aneddoti, personaggi, luoghi e materiali trasformati da artigiani e artisti, in oggetti che impreziosiscono le case di tutto il mondo (la pietra leccese e le ceramiche di Grottaglie, le botteghe della cartapesta e la nuova generazione degli artigiani digitali).

L’ultimo tour, che si terrà dal 13 al 16 novembre avrà come protagonista il benessere tra sport e natura, in cui pinete, laghi, riserve marine, grotte e oasi protette diventano la fonte di quel benessere che il paesaggio pugliese sa regalare in ogni stagione dell’anno.