Vertenza Ilva, il presidente Emiliano e l’assessore Leo incontrano i sindacati

Michele Emiliano
Michele Emiliano

BARI- Il presidente Emiliano e l’assessore al Lavoro Sebastiano Leo hanno incontrato i sindacati confederali di Taranto Cgil Fiom, Cisl Fim e Uil Uilm sulla vertenza Ilva. Successivamente una delegazione della Usb ha incontrato il Governo regionale.

Ho accolto – ha dichiarato Emiliano – con grande piacere la richiesta di incontro, visto che da molti mesi faccio presente al Governo nazionale la situazione di una fabbrica che secondo alcune stime perde diversi milioni di euro al mese.”

“E le perdite non si fermano, anche perché dalle dichiarazioni che ho percepito, alla perdita ordinaria si è aggiunta anche una crisi generale del mercato dell’acciaio nel mondo, che sta aggravando la situazione che già non era positiva. E quindi questi due elementi mettono questa fabbrica a gravissimo rischio. E rispetto a questo le iniziative da prendere non hanno tanto carattere industriale, quanto carattere imprenditoriale, nel senso che la fabbrica va riconsegnata a soggetti che siano in grado di governare il mercato dell’acciaio, con una visione globale che attualmente i commissari non hanno, perché nessuno dei commissari è uno specialista del settore acciaio”.

La Regione Puglia – ha concluso il presidente – è vicina ai lavoratori, ai cittadini e al sindacato: la discussione di oggi (martedì 6 ottobre) ha anche un valore simbolico perché un collasso non programmato dell’Ilva avrebbe un impatto, come ho già detto, simile a quello di un terremoto. E ci potremmo trovare davanti a una situazione drammatica in pochi mesi. Per quanto riguarda il miliardo e mezzo che la Magistratura svizzera dovrebbe sbloccare, non posso fare altro come Regione di cercare di informarmi presso la Procura di Milano competente per i rapporti con i giudici elvetici per capire lo stato dell’arte delle procedure. Con i sindacati abbiamo deciso di chiedere infine un incontro al Governo nazionale per conoscere le sue intenzioni”.