Una serata dedicata al mito della “Beat Generation”

July 1963, Vancouver, British Columbia, Canada --- Philip Whalen, Jerry Heiserman (Hassan later as Sufi) & poet Thomas Jackrell who drove us Vancouver to San Francisco returning from poetry assemblage, we stopped to sightsee Portland where Philip had gone to Reed College with Gary Snyder & Lew Welch. End of July 1963. Vancouver. --- Image by © Allen Ginsberg/CORBIS
July 1963, Vancouver, British Columbia, Canada  — Image by © Allen Ginsberg/CORBIS

LECCE- “HOWL: omaggio alla Beat Generation.” Un titolo che fa subito intuire attorno a  cosa ruoterà la serata organizzata il 5 ottobre a Copertino (LE) presso La Corte in via degli Olmi 5. Il mitico movimento culturale giovanile rivivrà grazie a performance e reading che vedranno protagonisti (per i versi) Francesco Aprile, Vito Antonio Conte, Stefano Donno, Anastasia Leo, Maurizio Leo, Massimiliano Manieri, Francesco Pasca (e per le sonorità) Gabriele Calasso, Pierpaolo Leo, Carlo Mazzotta.  Gli autori e gli artisti coinvolti con le loro azioni poetiche e musicali riporteranno in scena quel noto movimento sviluppatosi in campo artistico, poetico e letterario che si diffuse dal secondo dopoguerra e negli anni cinquanta negli Stati Uniti. Una corrente nata in seno ad un gruppo di scrittori americani e che divenne celebre nel 1950, fondantesi nel rifiuto di norme imposte, nella rivoluzione e innovazione dello stile nella produzione letteraria, nella sperimentazione di droghe, nella sessualità oltre i generi e le categorie, nell’interesse radicale per la religione orientale, nel rifiuto del materialismo. Durante l’appuntamento, il cui inizio è previsto per le 20.30, verranno letti brani di Jack Kerouac, Allen Ginsberg, William Burroughs, Charles Bukowski.