Presentato l’atteso ritorno del “Talos festival, la melodia, la ricerca, la follia”

foto Talos Liviano Minafra OttombriniBARI- “Consideratemi vostro compagno di strada”. Con questa frase l’assessore alla Cultura della Regione Puglia Giovanni Liviano ha provato a sopire la preoccupazione degli organizzatori del “Talos festival, la melodia, la ricerca, la follia” che , dedicato interamente alla grande tradizione della banda musicale con quasi trenta concerti in tutti i contenitori culturali della città, quest’anno ritorna dopo alcuni anni di assenza per svolgersi a Ruvo di Puglia dal 1 all’11 ottobre, con un’anteprima nella giornata odierna, mercoledì 30 settembre.

“Vorrei ringraziare tutti per l’impegno che state investendo in questo percorso – ha dichiarato Liviano nel corso della conferenza stampa tenuta ieri mattina –un percorso che sta a cuore anche a questo nuovo governo regionale, e quindi non solo a me, ma a tutta la giunta. E il coinvolgimento di Puglia Sounds è un segnale che va in questa direzione”. Liviano ha poi annunciato di aver sbloccato 40mila euro del 2013, una boccata di ossigeno che ben presto arriverà nelle casse degli organizzatori di un festival/laboratorio ormai apprezzato musicalmente a livello internazionale.

“Questa è una edizione del Talos molto sofferta per le enormi difficoltà economiche che abbiamo incontrato. E’ quindi una vittoria essere riusciti a mantenere l’impegno con la città e con gli artisti” hanno sottolineato congiuntamente sia l’ideatore e direttore artistico del festival Pino Minafra che il sindaco (dimissionario da lunedì sera) di Ruvo, Vito Nicola Ottombrini. Una scommessa vinta dunque anche per questa 22esima edizione del Talos festival che la Regione Puglia, attraverso l’assessore Liviano, si impegna a tenere in vita anche per i prossimi anni.