Al Festival del Teatro Antico la commedia dantesca raccontata… a ritroso

versus danteLECCE- Penultimo appuntamento per la quinta edizione del “Baxta – Festival del Teatro antico”, in programma fino all’8 settembre a Vaste di Poggiardo (Lecce), presso il Parco dei Guerrieri (località “SS. Stefani”), affidato alla direzione artistica dell’attore e regista Salvatore Della Villa e organizzato dal Comune di Poggiardo in collaborazione con il Sistema Ambientale e Culturale “Serre salentine” e il Centro di Educazione Ambientale.

Giovedì 3 settembre, alle 21, saranno di scena l’associazione culturale Xenia e “Versus Dante”, discesa nella commedia dantesca con Alessio Caruso. Con lui, sul palco, Agnese Ciaffei, Federica Di Marco, Angelo Galdi, Eleonora Lausdei; musiche e regia di Paolo Pasquini.

Una Commedia rovesciata. Un viaggio in cui il Paradiso è l’Eden perduto e la selva, di contro, l’unico approdo possibile: terra oscura e senza diritte vie. Desolata, forse. Ma vera. Reale. Immanente. Un viaggio a ritroso, dunque, lungo dieci canti – tre dal Paradiso, tre dal Purgatorio, tre dall’Inferno più un epilogo – sostenuti da musiche originali del regista e autore Paolo Pasquini. Interprete è Alessio Caruso, nel mezzo di un cammino che riattraversa canti celebri come quelli di Francesca, di Casella o di Beatrice, nell’ottavo cielo, e al contempo dà voce alle domande radicali poste a Dio dall’invettiva di San Pietro, dall’apostrofe all’Italia e da Capaneo, dannato fra i bestemmiatori. Un percorso umano ritagliato dentro il poema divino. A volte, anche, contro il poema divino. Dunque: contro Dante. Dunque: versus Dante.

Si ricorda che il gran finale della rassegna è previsto per le serate del 6, 7 e 8 settembre con la fase conclusiva del workshop teatrale “Le Terre di Mezzo” e “I Barbari – Il racconto dello straniero”, per la regia di Giampiero Borgia e la collaborazione di Fabrizio Sinisi.