Il Premio Castrum Minervae alla sua decima edizione

Una degli ospiti della X edizione del Premio Castrum Minervae: Aziza Brahim- by Guillem Moreno
Una degli ospiti della X edizione del Premio Castrum Minervae: Aziza Brahim- by Guillem Moreno

LECCE- AI nastri di partenza la X edizione del PREMIO CASTRUM MINERVAE, premio d’imprese culturali e creative di Puglia che quest’anno ha scelto come tema “Cooperazione, sviluppo e nuove prospettive mediterranee – Incontri”. Il PREMIO CASTRUM MINERVAE, diretto da Luciano Schito, è una manifestazione promossa dal comune di Castro (Le) e prende il nome dall’antico insediamento messapico, luogo che ospita la rassegna, dove recenti ritrovamenti archeologici testimoniano la presenza di un santuario dedicato alla dea Minerva, il “Templum Minervae” citato da Virgilio come approdo di Enea sulle coste della nostra penisola nel terzo libro dell’Eneide.

In programma dal prossimo 31 luglio (la serata conclusiva si terrà il 2 agosto), la manifestazione prevede l’assegnazione di importanti premi. Il primo è quello per l’Innovazione Culturale. Premio dedicato alla realtà imprenditoriale pugliese che ha sperimentato nuovi processi nella produzione e nell’organizzazione del prodotto culturale, rappresentando un valore economico in termini di mercato. I candidati per la X edizione sono: Ammirato Culturale House, Le donne in corriera, Cucina mancina, Puglia off, Pipi e Pupo, Nobili pasticci, Primato pugliese,Lotras, LB edizioni digitali, L’officina degli esordi e Archilovers.

Il secondo premio è quello per l’Innovazione sociale. Premio dedicato alla persona, associazione e/o impresa culturale pugliese che attraverso nuovi processi produttivi, partecipativi e d’inclusione sociale hanno avuto un impatto sulle grandi sfide della società offrendo una risposta creativa a problemi di ordine economico e sociale non soddisfatti né dal mercato né dallo stato,  in cui i confini tra il “sociale” e l’”economico” non sono ben definiti e che sono, quindi, interventi diretti alla società nel suo complesso contribuendo così al miglioramento degli individui e delle collettività. I candidati sono: I giardini di Pomona, Variarti, Centro Studi Nicolaianni, Distretto Produttivo Puglia Creativa, The Hub Bari, Ex Fadda, Gruppo Telesforo, Costellazione Apulia, DipinTa,Pimar, App for Mobility, Fuorquette, Io ci provo, Made in Carcere,Teatro Kismet Opera.

Il Premio Comunicazione e Promozione Innovativa è dedicato alla persona e/o impresa e/o realtà produttiva che ha promosso, fatto conoscere e valorizzato tramite un’attività di comunicazione e promozione innovativa il territorio pugliese, i suoi paesaggi, le sue ricchezze e i suoi prodotti creando indotto turistico e accrescendo la popolarità di tutta la regione. I candidati sono: D.A.Re. (Distretto tecnologico agroalimentare), auLAB, InnovAttivi, Tinada, Carucci e Chiurazzi, Proforma, Notte della Taranta, Coloribo, Indeco, Orione,Coolclub, Qui Salento, Officinema Doc – Bari, Velo Service.

 Il Premio Innovazione Tecnologica è dedicato alla realtà imprenditoriale pugliese che ha sperimentato nuovi processi nella ricerca e nell’ammodernamento tecnologico che è riuscita a posizionarsi sul mercato come prodotto innovativo. I candidati sono: Blackshape,Ciceroos, Encosys, Openwok, AI2, Molino Casillo, Intacthealthcare, Next to me, GP Renewable srl / Air Group Italy, Polo Scientifico Tecnologico di Taranto, C3Lab, Mariano Lights,Lachifarma, Niteko, DronyX.

 Per il decimo anno della rassegna particolare attenzione va alla seconda edizione del PREMIO ENEA CONTEMPORANEO un premio dedicato a chi ha sviluppato un progetto imprenditoriale di successo attraverso azioni sociali, culturali e manageriali, trasferendosi da un contesto diverso da quello della propria terra di origine ma continuando ad applicarne i principi storico-etici. In vista dei recenti ritrovamenti archeologici in cui si concretizza l’idea che ci sia stato il Tempio di Minerva proprio in questo luogo, è interessante pensare che Castro fosse un punto di riferimento culturale e artistico nell’area mediterranea. La Commissione Scientifica per questo premio è composta da Monica Maggioni (caporedattore RAI NEWS 24), Aldo Bonomi (sociologo, Direttore Consorzio AASTER, consulente Expo Padiglione Italia),Giampaolo D’Andrea (Capo di Gabinetto Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e Vito Cozzoli (Capo di Gabinetto Ministro dello Sviluppo Economico).

Il PREMIO CASTRUM MINERVAE che lo scorso anno ha ricevuto la medaglia di rappresentanza dal Presidente della Repubblica, è un importante riconoscimento assegnato a soggetti e personalità che hanno contribuito a far conoscere la Puglia a livello nazionale e internazionale. I vincitori sono selezionati da un Comitato Scientifico composto da personalità di spicco provenienti dal mondo delle Istituzioni, dell’Università, dell’imprenditoria, della stampa e della cultura. La crescita della PREMIO CASTRUM MINERVAE si deve soprattutto all’impegno del direttore Luciano Schito che, con la sua maturata esperienza in campo istituzionale, è riuscito a coinvolgere, attraverso un duro lavoro di networking, i maggiori esponenti politici, imprenditoriali, culturali del territorio e anche nazionali. Per la X edizione del PREMIO CASTRUM MINERVAE il Comitato Scientifico è composto da Maurizio Sciarra (Presidente Apulia Film Commission), Alfonso Capraro (Sindaco di Castro e Presidente del Premio Castrum Minervae), Annibale D’Elia (Funzionario della Regione Puglia per Politiche per Sviluppo, Lavoro e Innovazione), Luigi De Luca (Direttore dell’Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce), Eugenio Di Sciascio (Rettore Politecnico di Bari), Domenico Favuzzi(Presidente Confindustria Puglia), Eva Milella (Presidente A.R.T.I. – Agenzia Regionale per la Tecnologia e Innovazione), Maurizio Ricci(Rettore Università degli Studi di Foggia), Attilio Romita (Caporedattore RAI – Regione Puglia), Luciano Schito (Direttore Premio Castrum Minervae), Antonio Felice Uricchio (Rettore Università degli studi “Aldo Moro” di Bari) e Vincenzo Zara (Rettore Università del Salento).