Giovani Innovatori: la Regione Puglia ha approvato il rifinanziamento

L'assessore regionale Minervini
L’assessore regionale Minervini

BARI- La Regione Puglia ha approvato il rifinanziamento di Giovani Innovatori in azienda, l’iniziativa sperimentale avviata lo scorso autunno da Regione Puglia e ARTI, nell’ambito dell’azione Innovazione per l’Occupabilità. È così possibile dare avvio alla realizzazione di altre collaborazioni di ragazzi pugliesi con aziende del territorio, considerando che sono in istruttoria 221 piani operativi che sinora non era possibile attivare per esaurimento delle risorse.

L’iniziativa, lanciata nel 2014,promuove l’incontro tra imprese operanti in Puglia e giovani pugliesi (di età compresa tra i 18 e i 35 anni) che hanno proposto progetti negli ambiti dell’innovazione e dell’internazionalizzazione. L’obiettivo della misura è quello di agevolare l’occupazione, cogliendo un duplice aspetto: da un lato, consentire ai giovani di esprimere le loro competenze ed il loro potenziale all’interno di aziende; dall’altro, rafforzare le PMI pugliesi, aumentando la qualità del proprio capitale umano, il proprio potenziale d’innovazione e quindi la propria competitività.I giovani hanno potuto proporre la propria idea progettuale; le aziende hanno indicato i propri fabbisogni.

L’incontro tra le proposte dei giovani e le esigenze delle imprese permette la realizzazione dei progetti all’interno delle aziende interessate per una durata di 3 mesi, in base a un piano operativo concordato. Ai giovani viene corrisposta un’indennità di € 5.000.

“Lo abbiamo sempre detto: i giovani sono una risorsa – ha dichiarato l’assessore alle Politiche giovanili della Regione Puglia Guglielmo Minervini – Dopo aver lavorato molti anni per far emergere il talento dei giovani pugliesi, pensiamo sia arrivato il momento di mettere questa risorsa a disposizione del tessuto di piccole e medie imprese per rispondere ai loro bisogni di innovazione e internazionalizzazione. Per questo, all’interno del piano Bollenti Spiriti 2014 2015 “Tutti i giovani sono una risorsa”, abbiamo lanciato Giovani Innovatori in Azienda. E’ nato come un esperimento ma la risposta in termini di partecipazione da parte dei giovani ma soprattutto da parte imprese, è andata oltre le migliori aspettative. Oggi siamo molto contenti perché abbiamo trovato risorse sufficienti a rispondere alle richieste di tutti i giovani e di tutte le aziende pugliesi che hanno risposto al nostro invito. Alla fine di questo esperimento sarà importante valutare i risultati. Capire cioè quali opportunità nasceranno dall’incontro tra realtà imprenditoriali e giovani innovatori. Ma crediamo sia importante fare in modo che anche in futuro si realizzino politiche pubbliche per stimolare questo incontro”.

“Con Giovani innovatori in azienda ARTI continua la sperimentazione di metodologie innovative.L’obiettivo questa volta è favorire l’inserimento di personale di talento nelle PMI”, ha dichiarato la Presidente dell’Agenzia Eva Milella.“In questo percorso, abbiamo riscontrato un forte gradimento da parte sia dei giovani, che hanno presentato ben 427 progetti, sia delle imprese, con 486 richieste di accogliere giovani: dall’incontro tra gli uni e le altre sono scaturiti i progetti che abbiamo potuto valutare. Ora ci stiamo concentrando sui meccanismi di monitoraggio, che ci permettano di validare la metodologia che abbiamo sviluppato e di valutare l’impatto della misura”.

Il successo di partecipazione alla misura Giovani innovatori in azienda è stato determinante per la decisione della Regione: dei 427 progetti di innovazione presentati tra il 15 settembre e il 15 ottobre scorsi, 326 sono stati selezionati e pubblicati sul sito www.giovaniinnovatori.it.

Anche le imprese hanno risposto in maniera massiccia: delle 486 manifestazioni di interesse ad accogliere i progetti di innovazione, 251 si sono trasformate in piani operativi sottoposti all’approvazione dell’ARTI a seguito dell’incontro con i giovani.

Sulla base dell’ordine di arrivo dei piani operativi l’Agenzia aveva sinora autorizzato l’avvio di 30 piani operativi, di cui i primi 22 sono già in corso di realizzazione: i giovani che li hanno proposti hanno cominciato ad operare nelle aziende che li hanno accolti. Adesso il loro numero crescerà rapidamente.

Giovani innovatori in azienda è un’iniziativa inserita nel programma regionale per le politiche giovanili Bollenti Spiriti e realizzata dall’ARTI e dalla Regione Puglia, Area politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l’Innovazione, nell’ambito dell’azione Innovazione per l’Occupabilità a valere sul PO FSE 2007–2013.