I prodotti pugliesi protagonisti alla manifestazione “Olio Capitale”

20150312 - OLIO CAPITALE E L’EXTRA VERGINE D’OLIVA PUGLIESE. TRA GIOVANI, BIODIVIERSITA’ ED EXPO2015.

TRIESTE- Olio extravergine d’oliva. Non solo un condimento, bensì un ingrediente fondamentale nella dieta mediterranea.

E’ stato questo il leitmotiv della nona edizione di Olio Capitale, il salone degli oli extravergini tipici e di qualità che si è svolto a Trieste dal 7 al 10 Marzo 2015 organizzato da ARIES – azienda speciale della Camera di Commercio di Trieste – con il supporto dell’Associazione Città dell’Olio, della Confcommercio di Trieste e del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, durante il quale l’ Associazione Culturale I Tipici di Puglia ha animato lo spazio allestito dal G.A.L. Conca Barese che esponeva gli oli extravergine di oliva delle aziende: Angelo Domenico Proscia di Bitetto (Bari); Cooperativa Agricola cc.dd. di Bitritto (Bari); Frantoio Oleario Somma Giovanni di Bitetto (Bari); Azienda Agricola Pinto di Toritto (Bari); Frantoio Oleario Macchia di Toritto (Bari); L’Olivo d’Oro di Cassano delle Murge (Bari).

Durante le giornate di apertura della manifestazione, oltre agli oli extravergine d’oliva – molto apprezzati per le proprietà organolettiche – sono state presentate le sinergie nate nella Terra di Bari e sulla Murgia Barese tra i produttori dell’agroalimentare e gli operatori del comparto turistico che hanno voglia di far conoscere al Consumatore ed al Turista sia i Prodotti sia il Territorio pugliesi, tanto variegati quanto autentici e genuini.

Ciò che ha colpito i visitatori del PADIGLIONE PUGLIA di Olio Capitale è stata la presenza di numerosi giovani produttori impegnati nella promozione della biodiversità che presenta la Regione Puglia, e quindi dei suoi paesaggi naturalistici, della storia e delle tradizioni che si tramandano da secoli.

La Murgia e la Terra di Bari sono state raccontate attraverso le differenti cultivar di Olive da Olio – Coratina, Cima di Bitonto, Carolea, Oliva Dolce di Cassano o Cellina Barese – e di Olive da Tavola – Oliva Termite di Bitetto e Bella di Cerignola; dai pregiati Vini rossi – Primitivo e Nero di Troia – e dagli eleganti Vini bianchi – Falanghina, Malvasia Bianca, Verdeca, Bianco d’Alessano e Fiano; dalle Mandorle – tra le numerose varietà, la Mandorla Filippo Cea è la più richiesta ed il Presidio Slow Food Mandorla di Toritto ne certifica l’eccellenza; dai Fichi – molto apprezzati i fichi secchi mandorlati – e dai Fioroni – la varietà Domenico Tauro è quella che più si adatta a diversi utilizzi; dai Taralli e dal Pane prodotti dal Grano coltivato nelle valli fertili; dai Legumi – Cicerchia, Cece Nero, Farro, Lenticchia Gigante – dalle Verdure – cime di rapa, cicorielle selvatiche – e dalla Frutta – ciliegie, melecotogne, uva da tavola; dai Formaggi – mozzarelle e non solo; dai dolci tipici – mostaccioli e mandorle caramellate – e dalle conserve prodotte utilizzando rigorosamente l’ Olio Extra Vergine d’Oliva.

Guardando agli altri territori della regione, hanno riscosso successo i Legumi di Minervino, i pomodori Fiaschetto di Torre Guaceto e Regina di Torre Canne, i Tenerelli di Andria, il Caciocavallo Podolico del Gargano, gli agrumi del Gargano, l’ Oliva da Mensa Bella di Cerignola, i Rosoli, i cosmetici prodotti con l’Olio Extra Vergine d’Oliva.

La Puglia si è presentata ad Olio Capitale in tutta la sua variegata ricchezza di prodotti e produttori, che è necessario far conoscere sia ai consumatori sia ai buyer ed agli stakeholder, anche attraverso l’organizzazione di percorsi studiati ad hoc per portarli a conoscere i luoghi di produzione, che riservano esperienze indimenticabili.

Una biodiversità che durante Olio Capitale 2015 è stata riconosciuta dagli organizzatori con la targa/slogan EXTRA VIRGINI + FINE FOOD = EXPO 2015 per annunciare una giornata totalmente dedicata all’eccellenza dell’Extra Vergine d’Oliva Italiano durante l’Expo 2015 che si terrà a Milano da Maggio ad Ottobre, a cui stanno lavorando Antonio Paoletti – presidente Camera Commercio di Trieste – e l’on. Colomba Mongiello – vicepresidente commissione Anticontraffazione e membro commissione Agricoltura.

Visitando gli stand, si è potuto constatare che la Puglia è già pronta ad accogliere chi oltre al salone in Lombardia vorrà scoprire i territori italiani, perché no, anche attraverso l’Olio Extra Vergine d’Oliva ed il Cibo, perché da Nord a Sud della Regione si coltiva l’Ulivo mentre l’Olio è presente in numerose ricette e preparazioni della tradizione pugliese.