Anche la Regione Puglia al Salone Nautico in programma a Brindisi

Passepartout Smartpuglia - Vendola e Capone
L’ assessore regionale Capone

BRINDISI- È la Puglia dei Mega Yachts e delle crociere, del trasporto marittimo e del turismo nautico, dei porti turistici e della cantieristica d’avanguardia, quella che sarà presentata a Brindisi in occasione della tredicesima edizione dello Snim, il Salone nautico di Puglia in programma, dal 18 al 22 marzo, sul Lungomare Regina Margherita. Una miscela di maestria artigianale e innovazione tecnologica, che coinvolge il sistema produttivo e tutto il complesso di servizi della filiera della nautica da diporto pugliese.

Al Salone Nautico di Brindisi la Regione Puglia, presente con un proprio spazio, promuoverà le specializzazioni settoriali regionali: dalle barche da diporto e da pesca alle vele da regata e crociera, agli allestimenti per interni, agli arredi in legno e vetroresina, e, per accompagnare le imprese che vogliono internazionalizzare, ospiterà una sessione di incontri d’affari tra aziende pugliesi e operatori esteri della Blue Economy provenienti da Croazia, Belgio e Turchia (venerdì 20 marzo, ore 14,30, Grande Albergo Internazionale).

L’appuntamento con i protagonisti della nautica in Puglia sarà anche l’occasione per intercettare le novità legate al settore e acquisire maggiori informazioni sui fondi e i progetti europei a supporto dell’industria della “Blue economy” nell’Area Adriatica. A questo scopo la Regione Puglia, in collaborazione con il Distretto Produttivo della Nautica da diporto, ha promosso e organizzato  il workshop “La strategia Europea della Macro Regione Adriatico Jonico EUSAIR e il relativo Piano di Azione” che vedrà, accanto all’assessore Loredana Capone, gli interventi di Vidoje Vujic, Camera di Commercio di Fiume (Croazia), Tony Rice, Segretario Generale di ICOMIA (Belgio), Alpasian Sirkecioglu, Presidente DENTUR (Turchia), Salvatore Tomaselli, Senatore della Repubblica, Capogruppo PD Commissione Industria, Alfredo Malcarne, Presidente Assonautica nazionale, Giuseppe Danese, Presidente Distretto Produttivo della Nautica da Diporto in Puglia (venerdì 20 marzo, ore 9,30, Grande Albergo Internazionale).

L’economia del mare rappresenta una prospettiva strategica per il territorio pugliese – ha detto Loredana Capone, assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia- . I numeri parlano chiaro: 245 imprese, 1.466 occupati, 10.123 posti barca, 3.793 patenti nautiche, 3.312 imbarcazioni e l’export della nautica è cresciuto nel 2013 del 16,3% rispetto al 2012. Le imprese pugliesi hanno saputo cogliere appieno le sfide del presente e le produzioni artigianali si sono immediatamente fuse con i processi tecnologicamente più avanzati sviluppando uno sguardo sempre più attento all’ecosostenibilità e alla riduzione delle emissioni in mare. La Regione Puglia in questi anni ha cercato di dare slancio e vitalità all’economia legata al mare attraverso politiche, azioni e investimenti mirati. Tra questi, la creazione di un Distretto Produttivo dedicato, il potenziamento delle infrastrutture e l’attivazione di incentivi per le imprese. La nautica da diporto può davvero essere un volano di sviluppo economico per la nostra regione”.

Va evidenziato che a livello nazionale il Salone pugliese rappresenta un’importante vetrina per il settore della nautica da diporto: nel 2014 ha registrato la presenza di oltre 50.000 visitatori. L’obiettivo della manifestazione è creare un appuntamento fieristico specializzato che finalmente assegni all’Adriatico la rilevanza che merita come arena economico-produttiva e che coniuga il turismo nautico con il marketing territoriale. Per l’edizione 2015 sono previsti oltre 150 stand espositivi e 160 imbarcazioni. Sarà firmato, inoltre, alla presenza dell’assessore Loredana Capone un protocollo d’intesa tra Camera di Commercio di Fiume (Croazia), Assonautica, Distretto nautico pugliese e Anrc (Associazione Nautica Campana) finalizzato a creare nuovi spazi di interazione commerciale tra imprese e territori. Snim è organizzato in collaborazione con Assonautica e Lega navale italiana.