Taranto: L’Isola che vogliamo, giovedì sera l’anteprima

Il Ponte girevole di Taranto (foto RasEt)
Il Ponte girevole di Taranto (foto RasEt)

TARANTO- I commercianti del Borgo chiamano, L’Isola che vogliamo e il Festival dello Scorpione rispondono. Una straordinaria e non programmata anticipazione del concertone inaugurale della kermesse – in programma in piazza Castello sabato 9 agosto – animerà con la calda e sofisticata atmosfera della world music il Borgo Umbertino. Giovedì 7 agosto, a partire dalle ore 21, sarà così possibile gustare un antipasto del II Festival dello Scorpione che aprirà la kermesse in programma a Taranto Vecchia. Ad esibirsi saranno il compositore e chitarrista napoletano Guido Sodo, il direttore del festival dello Scorpione e percussionista Mimmo Gori; e il gruppo siciliano“I pupi di Surfaro”, capace di una travolgente tarantella, simile alla salentina eppure nettamente distinta. Chiuderà la serata Ciro Merode con uno speciale dj set, dedicato alle sonorità popolari internazionali.

Antonio Maurella, tra i promotori dell’iniziativa voluta dai commercianti di Lungomare Vittorio Emanuele II e resa possibile dalla pronta disponibilità dell’Associazione Terra, del Comune di Taranto e dell’Amiu, dichiara: “Queste idee meritano grande attenzione perché rappresentano certamente un momento di crescita e qualità per il territorio, all’insegna di una corretta prospettiva turistica”.  Il titolare dei pub “Joyce” e “Brezel” e dell’elegante caffè “Bernardi” spiega che “è necessario sostenere tutto ciò che ha dimostrato negli anni una coerenza ed un coraggio artistico poco comune, così come l’indubbia capacità di attrarre pubblico ed entusiasmo. Ci auguriamo di aver offerto uno stimolo assai positivo per il territorio, i suoi abitanti, i suoi ospiti”. Hanno promosso l’iniziativa: Brezel, Osteria del Cozzaro Nero, Gelateria del Ponte, Gerry&Nicola, Bernardi, Joyce, Pizzeria Maccheroni, Sushitando, SweeTime.